Centro di ascolto Caritas Parrocchia S. Maria Gorietti

Centro di ascolto Caritas Parrocchia S. Maria Gorietti

Di

|

Categoria:

Contatti

 Via Tripolitania, 142 – 00199 Roma

Apertura al pubblico

Per la richiesta di assistenza: Martedì e Venerdì dalle 10 alle 12

Per donazioni: lunedì dalle 10 alle 12

 

 Il Centro è aperto da circa un ventennio per sostenere le persone in difficoltà. Nel tempo, ha adattato il suo sistema di aiuto all’evoluzione dei bisogni.

Lo spirito che ha guidato l’opera dei volontari in questi anni è stato improntato ai principi della solidarietà sociale e della valorizzazione della dignità umana. L’impegno è stato sostenuto dalla fiducia nelle residue potenzialità dell’individuo che, opportunamente stimolate, possono riattivare le energie di chi si è lasciato sopraffare dai problemi abbandonandosi ad uno stato di impotenza.

La povertà non è un destino ineluttabile, assegnato dalla sorte, ma è un evento prodotto da una pluralità di fattori, interni ed esterno all’individuo. Pertanto, la rimozione dell’indigenza dipende in gran parte dal recupero della cultura, dei modi in cui l’assistito vede la vita e se stesso e, in parte minore dalle risorse finanziarie.

Imparare a gestire la propria vita, per chi è in difficoltà, è la prima condizione per assicurare il proprio benessere. Ne consegue che l’intervento assistenziale va ben oltre il mero aiuto, ovvero la distribuzione di alimenti e di indumenti mirando, ove possibile, allo sviluppo delle capacità di riappropriazione della propria autonomia.

Nella prospettiva di un’etica dell’assistenza, così intesa, il Centro di Ascolto pone il bisogno al centro degli interventi, interpretandolo nella doppia dimensione di bisogno materiale e bisogno psico-sociale-culturali.

Il Centro di Ascolto è aperto a tutte le persone che chiedono il nostro aiuto, senza distinzione di razza, di religione o di qualsivoglia forma di discriminazione

 

Il nostro Centro è inserito nella Rete informatica diocesana,“fattiDirete”, attivata  per mettere a disposizione dei Centri di ascolto parrocchiali e raccogliere in una unica documentazione, semplice e sintetica, tutte quelle informazioni di servizio che la Rete, nel suo complesso, offre per fronteggiare le difficoltà delle famiglie/persone in situazione di disagio.

Il sistema permette si operare attivando realtà e persone diverse che insieme cooperano costruendo la risorsa principale per fronteggiare i bisogni, ovunque essi si presentino.

Nel disporre delle molte risorse della Rete, il concetto di aiuto può bene essere da noi volto a supportare le persone perché attivino le loro potenzialità residue e riconquistino la loro autonomia.

Tre le varie risorse che ci permettono di attuare un piano di sostegno alle persone figurano:

Il Fondo Famiglia: è uno strumento socio pastorale per accompagnare e potenziare la cura delle famiglie in difficoltà, sostenendole a livello economico, a fondo perduto, in ragione di un progetto di intervento ad hoc.

La Tessera dell’Emporio: assegnata alle famiglie in difficoltà per fare la spesa a titolo gratuito, per un periodo dipendente dal progetto di accompagnamento elaborato in base all’esame dei problemi.

Il Prestito della speranza: è una forma di prestito bancario garantito da un fondo della Conferenza Episcopale Italiana (CEI).

Il Centro odontoiatrico per persone escluse dal Servizio Sanitario Nazionale.

Il Servizio farmaceutico per erogare a persone bisognose farmaci non erogati dal Servizio Sanitario Nazionale.

La Fondazione Salus Populi Romani per offrire sostegno alle famiglie sotto usura o in condizioni di grave indebitamento che possono mettere in pericolo la famiglia o la perdita della casa.

Lo Spaccio del Centro che fornisce abbigliamento uomo, donna, bambini, oggetti per la casa, libri, biancheria, carrozzine, lettini. Il rifornimento del magazzino è assicurato dalla generosità della popolazione del territorio.

La distribuzione di beni alimentari. Il rifornimento delle scorte alimentari è assicurato dal Banco Alimentare, tramite la GEA e, a volte, anche dalla generosità di alcuni negozi e supermercati della zona.

Consulta volontariato Municipio II
CHIUDI
CHIUDI